Info corso

crediti ECM
3
Periodo
on-line fino al 25/11/2020
Codice ECM
428-302313
Destinatari

Medico chirurgo: Allergologia ed Immunologia Clinica; Anatomia Patologica; Anestesia e Rianimazione; Angiologia; Biochimica Clinica; Cardiologia; Chirurgia Generale; Continuità Assistenziale; Dermatologia e Venereologia; Direzione Medica di Presidio Ospedaliero; Ematologia; Endocrinologia; Farmacologia e Tossicologia Clinica; Gastroenterologia; Genetica Medica; Geriatria; Igiene degli Alimenti e della Nutrizione; Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica; Laboratorio di Genetica Medica; Malattie dell'apparato Respiratorio; Malattie Infettive; Malattie Metaboliche e Diabetologia; Medicina e Chirurgia di Accettazione e di Urgenza; Medicina Fisica e Riabilitazione; Medicina Generale (medici di famiglia); Medicina Interna; Medicina Legale; Medicina Nucleare; Medicina Termale; Medicina Trasfusionale; Microbiologia e Virologia; Nefrologia; Neurologia; Radiodiagnostica; Reumatologia; Scienza dell'alimentazione e Dietetica

Non sono possibili nuove registrazioni, mentre i corsisti precedentemente registrati possono ancora accedere alle lezioni.

Programma

La personalizzazione della terapia anticoagulante nel paziente con fibrillazione atriale e scompenso cardiaco
Rosalba Cipriani


Scompenso cardiaco e fibrillazione atriale, un binomio complesso
Fabrizio Tiratterra

 

Quando l’eziologia è ischemica e il cuore scompensato fibrilla
Federica Lorenzi

 

Fibrillazione atriale e scompenso cardiaco: le differenze di genere
Giuseppe Gattini

Con la sponsorizzazione non condizionante di

Introduzione

Lo scompenso cardiaco e fibrillazione atriale sono due disturbi clinici comuni che si alimentano a vicenda. La presenza di fibrillazione atriale nel paziente scompensato può peggiorare il quadro clinico dell’insufficienza cardiaca ed aumentare sensibilmente il rischio di esiti funzionali sfavorevoli, di avere un impatto negativo sulla qualità della vita, di prolungare l’ospedalizzazione, di esser causa di ricoveri ripetuti e di morte.

Le due malattie condividono molti fattori di rischio: la cardiopatia ischemica, l’ipertensione, le valvulopatie, l’ ipertrofia ventricolare sinistra, il diabete mellito sono solo alcune delle condizioni più comuni che possono portare tanto allo scompenso cardiaco quanto allo sviluppo della fibrillazione atriale. L’attivazione dei sistemi neurormonali, le modificazioni delle caratteristiche elettrofisiologiche e meccaniche dei tessuti cardiaci creano le condizioni in cui lo scompenso cardiaco predispone alla fibrillazione atriale e in cui quest’ultima aggrava lo scompenso cardiaco.

La disponibilità di nuovi anticoagulanti orali che per le loro caratteristiche specifiche di efficacia e tollerabilità rappresenta una opportunità terapeutica di estremo interesse per il paziente e le nuove linee di indirizzo per il trattamento dello scompenso cardiaco consentono un approccio al paziente, moderno ed estremamente interessante in termini di esiti.

Segreteria nazionale FADOI
Provider ECM n. 428
Via Felice Grossi Gondi, 49 - 00162 Roma
tel +39 06.85355188
email: segreteria@fadoi.org
www.fadoi.org

FAD.centrostudifadoi.org è la piattaforma ECM di FADOI, Società Scientifica di Medicina Interna

Engineered by